L'Associazione Monastero del Bene Comune
è nata nel luglio 2009 presso l'antico monastero di Sezano, da un gruppo di persone che hanno a cuore la promozione della convivenza umana nella “città del vivere insieme”.

"L'umanità non è semplicemente l'insieme degli esseri umani, ma sono gli esseri umani che vivono insieme" (Riccardo Petrella).


SOSTIENI L'ASSOCIAZIONE






Incontro con l'audacia mondiale
co-promotori:
Altrapagina (Città di Castello), Altramente (Roma), Centro Pace Bolzano, Cercasi Un Fine (Puglia), Cicma (Milano), Cipsi (Roma), Combonifem (Verona), Comitato Acqua Bene Comune Campania,
Comitato Acqua Bene Comune Puglia,
Labsus (Puglia), Nigrizia (Verona), No Tav (Susa), Pressenza (Firenze), Rete Radié Resch (Quarrata), Transform Italia (Roma),
Università Invisibile (Reggio Emilia)

Perchè l'audacia?
Il bello, il buono, il giusto, l'amicizia, l'amore, la pace, la solidarietà, l'allegria, la festa, sono valori “politici” e “sociali” fondamentali. Ogni società umana deve mantenere una grande capacità di utopia, di progettualità utopica, soprattutto nel senso di eu-topos, di “luogo buono”. Il pragmatismo, il cinismo non hanno mai contribuito a fare avanzare la bellezza, la giustizia, l'amore, la solidarietà, la festa... E' necessario avere la voglia di sognare. E' fondamentale essere audaci.
Il neoliberismo, a partire dagli anni ’70, è riuscito ad imporre nuovamente una narrazione della vita, della società e del mondo dove è assente il cittadino, la comunità, la partecipazione democratica, la solidarietà tra generazioni, mentre è presente la predazione dell'ambiente e del vivente e il furto della vita.
La nuova narrazioni neoliberista impone il consumo, l'individualismo, la competizione, la finanziarizzazione, la privatizzazione, gli stakeholders, l'imperativo tecnologico (“tutto ciò che è tecnicamente possibile deve essere fatto”). Al centro del dibattito filosofico, politico e culturale c’è l'utopia della globalizzazione economica, questa sì mistificatrice, imposta come creazione inevitabile e irresistibile della società, senza alternative.
L'utopia è la capacità di immaginare “luoghi di vita” buoni, desiderati, da realizzare e non di luoghi inesistenti. Oggi, abbiamo bisogno di una nuova era di capacità utopica fondata sulla presa di coscienza della mondialità della condizione umana, sulla responsabilità dell'umanità, sull'uguaglianza dei diritti, sul lavoro e sull'istituzionalizzazione politica planetaria. Questa capacità utopica deve radicarsi nella promozione di “comunità di vita” glocali, espressioni concrete del ben vivere insieme locale nel contesto della storia e del divenire mondiale. Nel XXI° secolo, tocca all’umanità, glocale per definizione, tradurre la capacità utopica del mondo. Il futuro è l’umanità, soggetto e portatrice della cittadinanza universale plurale.
Da qui la centralità dell'audacia, di cambiare il mondo, rivoluzionando il sistema finanziario oggi dominante, mettendo fuori legge la guerra e sradicando i fattori strutturali dell'impoverimento e dell'esclusione nel mondo.

Programma


PRIMO TEMPO
Venerdì 14 ottobre (18.00 – 22.30) e Sabato 15 ottobre (9.00- 12.30)

Ripensare l'utopia: 
da immaginario dell'impossibile 
a progetto di cambiamento da realizzare


Il primo tempo è centrato sull'analisi ed il dibattito dei contenuti e temi trattati  nel libro"La forza dell'utopia. Cambiare il divenire" che sarà presentato alla Conferenza. 
La grande maggioranza dei ventinove contributori al libro hanno confermato la loro presenza.

Venerdi 14 ottobre
17.00 Apertura dell'esposizione di scritti (libri, riviste...) in italiano sull'utopia

18.00 Inizio della Conferenza italiana sull'Utopia
Introduzione generale dell'iniziativa.
Perché ripensare l'utopia” Riccardo Petrella

18.15 Racconti di storie d'impossibili resi possibili.
Animazione: Nicola Perrone

19.30 Cena a tema preparata da Fulvio De Santa

20.45 Racconti di storie d'impossibili resi possibili (continua)
Interventi e dibattito con Curzio Maltese, Antonia Romano, Roberto Musacchio, Consiglia Salvio, Carla Maria Ruffini, Jean Pierre Wauquier,

Sabato 15 ottobre
9.15 Introduzione ai lavoro dei laboratori.

9.30 Tre Laboratori
LAB1 Culture e pratiche utopiche oggi secondo la definizione negativa di utopia: "luogo inesistente". Coordina Francesco Comina
LAB2 Culture e pratiche utopiche all'era della mondializzazione della condizione umana. Coordina Roberto Mancini
LAB 3 Come promuovere e rafforzare le culture e le pratiche utopiche secondo la definizione positiva di utopia:"luoghi proposti da realizzare". Coordina Patrizia Sentinelli

11.30 Le proposte dei tre laboratori.
Proposta da Sezano: "Verso la Carta della Vita". Dopo "La Carta dei Diritti" (ONU,1948) e la "Carta della Terra" (1990)

13.00 Pranzo

SECONDO TEMPO
Sabato 15 ottobre (14.30 – 19.30)
Proclamazione 
 dei Dottori Honoris Causa in Utopia 2016
  • Cooperativa New Hope 
  • Jurgen Gaesslin (pacifista)
  • Bernard Tirtiaux (scultore, maestro vetraio, scrittore)


  • Silvano Nicoletto, Laudatio della nomina della cooperativa New Hope
                Intervento della rappresentanza di New Hope


               Intermezzo musicale
  • Francesco Comina, Laudatio della nomina di Jurgen Gaesslin
 Intervento di Juergen Gaesslin


                Intermezzo musicale
  • Riccardo Petrella, Laudatio della nomina di Bernard Tirtiaux.
               Intervento di Bernard Tirtiaux 


                 Intermezzo musicale


19.30 Cena e serata conviviale. Festa dell'Utopia

Il Monastero del Bene Comune, la Comunità Stimmatini di Sezano e l'Università del Bene Comune in Festa

Luogo degli incontri Comunità Stimmatini di Sezano – Via Mezzomonte 28 Verona
Info-iscrizioni: monasterodelbenecomune@gmail.com | cell. 3472256997
E' richiesto un contributo libero alle spese
E' possibile risiedere a Sezano scrivendo a nicolettosilvano@gmail.com


Stampa il post

domenica 11 settembre - Contadini resistenti. Attaccati alla terra come le radici degli ulivi


Stampa il post

2-4 settembre 2016 | Amore di sé e amore per gli altri


Amore di sé e amore per gli altri

seminario esperienziale


Le bagnanti, Pablo Picasso, 1922

2-4 settembre 2016

Monastero del Bene Comune Sezano (Verona)
Per informazioni e ISCRIZIONI possibilmente entro luglio 2016 scrivi a:


La gioia del corpo, la sua sensibilità e la sua meraviglia sono al centro della spiritualità del creato. Lasciando andare il dualismo che ci ha insegnato a tralasciare noi stessi per amare gli altri, impariamo di nuovo ad amare la vita in noi per potere più liberamente e autenticamente donare il nostro amore agli altri.
Accompagnerà il seminario l’equipe italiana della Spiritualità del creato, che opera con la supervisione di Matthew Fox.
Matthew Fox è teologo, autore di “In principio era la gioia”, “Creatività”, “Compassione”, “Confessioni di un cristiano ribelle”, etc… 
per maggiori info
e per il programma dettagliato del seminario puoi visitare:
www.spiritualitadelcreato.it
Stampa il post

14-15 ottobre 2016 | 1° Conferenza nazionale sull'utopia - Incontro con l'audacia mondiale

1° Conferenza nazionale sull'utopia

Incontro con l'audacia mondiale
co-promotori:
Altrapagina (Città di Castello), Altramente (Roma), Centro Pace Bolzano, Cercasi Un Fine (Puglia), Cicma (Milano), Cipsi (Roma), Combonifem (Verona), Comitato Acqua Bene Comune Campania,
Comitato Acqua Bene Comune Puglia,
Labsus (Puglia), Nigrizia (Verona), No Tav (Susa), Pressenza (Firenze), Rete Radié Resch (Quarrata), Transform Italia (Roma),
Università Invisibile (Reggio Emilia)

Perchè l'audacia?
Il bello, il buono, il giusto, l'amicizia, l'amore, la pace, la solidarietà, l'allegria, la festa, sono valori “politici” e “sociali” fondamentali. Ogni società umana deve mantenere una grande capacità di utopia, di progettualità utopica, soprattutto nel senso di eu-topos, di “luogo buono”. Il pragmatismo, il cinismo non hanno mai contribuito a fare avanzare la bellezza, la giustizia, l'amore, la solidarietà, la festa... E' necessario avere la voglia di sognare. E' fondamentale essere audaci.
Il neoliberismo, a partire dagli anni ’70, è riuscito ad imporre nuovamente una narrazione della vita, della società e del mondo dove è assente il cittadino, la comunità, la partecipazione democratica, la solidarietà tra generazioni, mentre è presente la predazione dell'ambiente e del vivente e il furto della vita.
La nuova narrazioni neoliberista impone il consumo, l'individualismo, la competizione, la finanziarizzazione, la privatizzazione, gli stakeholders, l'imperativo tecnologico (“tutto ciò che è tecnicamente possibile deve essere fatto”). Al centro del dibattito filosofico, politico e culturale c’è l'utopia della globalizzazione economica, questa sì mistificatrice, imposta come creazione inevitabile e irresistibile della società, senza alternative.
L'utopia è la capacità di immaginare “luoghi di vita” buoni, desiderati, da realizzare e non di luoghi inesistenti. Oggi, abbiamo bisogno di una nuova era di capacità utopica fondata sulla presa di coscienza della mondialità della condizione umana, sulla responsabilità dell'umanità, sull'uguaglianza dei diritti, sul lavoro e sull'istituzionalizzazione politica planetaria. Questa capacità utopica deve radicarsi nella promozione di “comunità di vita” glocali, espressioni concrete del ben vivere insieme locale nel contesto della storia e del divenire mondiale. Nel XXI° secolo, tocca all’umanità, glocale per definizione, tradurre la capacità utopica del mondo. Il futuro è l’umanità, soggetto e portatrice della cittadinanza universale plurale.
Da qui la centralità dell'audacia, di cambiare il mondo, rivoluzionando il sistema finanziario oggi dominante, mettendo fuori legge la guerra e sradicando i fattori strutturali dell'impoverimento e dell'esclusione nel mondo.

Programma

Incontro con l'audacia mondiale

PRIMO TEMPO
Venerdì 14 ottobre (18.00 – 22.30) e Sabato 15 ottobre (9.00- 12.30)

Ripensare l'utopia:
da immaginario dell'impossibile
a progetto di cambiamento da realizzare

Stampa il post

11-16 novembre 2016 | Viaggio in Israele Palestina | iscrizioni entro 9 settembre


VIAGGIO IN ISRAELE / PALESTINA
11 – 16 NOVEMBRE  2016
iscrizioni entro 9 settembre

L’Aveprobi, (associazione veneta produttori biologici e biodinamici) propone un bellissimo viaggio  culturale / religioso in Israele e Palestina, nelle date 11 – 16 novembre 2016.
Il viaggio è stato impostato su tre direttive, informativo, visitando alcuni  famosi kibbutz in cui si pratica l’agricoltura biologica “a tutto campo”.
Si ci sposterà poi in Palestina, in cui si incontreranno varie realtà contadine  con tutti i loro problemi dovuti sia alla difficoltà del territorio, sia all’occupazione delle loro terre da parte dei coloni e dell’esercito. Non mancherà poi una visita ai luoghi legati alla vicenda di Gesù Cristo, accompagnerà il gruppo in questo, Silvano Nicoletto del  Monastero del bene comune di Sezano.
Per richiedere maggiori informazioni contattare: vaioparadiso@gmail.com
Stampa il post

Scuola Itinerante

L'ECONOMIA DEI BENI COMUNI.
E’ possibile costruire una “eco-nomia” fondata sui beni comuni?
Tempo di conoscere per agire

14/12/'13 Sezano .
Cosa si intende per "beni comuni", "beni comuni pubblici" e per "economia dei beni comuni", elementi teorici e dall'esperienza collettiva sociale storica.
> I beni comuni. I nodi da sciogliere. (11.07.2014) > vedi

Info programma qui > Per iscrizioni scrivere a monasterodelbenecomune@gmail.com

18/01/'14 Sezano . "Cos'è il valore? Teorie e politiche, per comprendere i fondamenti della ricchezza/povertà e delle inuguaglianze"



“Dopo le elezioni europee: criticità, sfide e proposte”

Il denaro non può determinare il valore del tempo, del lavoro, della felicità, della conoscenza, dell'acqua. Quando questo succede il tempo, il lavoro, la felicità, la conoscenza, l'acqua muoiono.

Incontro del 28.06.2014 - Sezano (Verona)
- "Le tre criticità maggiori" nella prospettiva di influenzare la definizione delle priorità dell'Agenda politica europea
- "Le sfide principali per la Sinistra europea" in una prospettiva europea-mondiale e locale-nazionale italiana
- "Prime proposte di azioni prioritarie" per semestre italiano UE / Agenda europea 2014-2016
Sintesi dei risultati salienti a cura di Riccardo Petrella (vedi)
Contributi di integrazione

CAMPAGNA STOP TTIP ITALIA

La Campagna Stop TTIP Italia nasce a febbraio 2014 per coordinare organizzazioni, reti, realtà e territori che si oppongono all’approvazione del Trattato di Partenariato Transatlantico su commercio e Investimenti (TTIP)

> leggi

> aderisci alla campagna

> con i piedi per terra

PIERLUIGI DI PIAZZA

"Il mio nemico è l'indifferenza"
essere cristiani nel tempo del grande esodo
Ed. Laterza
Video (1)(2)(3)(4)(5)(6)
Domenica 5 giugno ore 17.00
Monastero Stimmatini Sezano
Paolo Bertezzolo in dialogo con Pierluigi Di Piazza
"Non ci si può dichiarare cristiani e prendere parte alle ingiustizie, professare il razzismo, accettare la discriminazione di omosessuali, nomadi, carcerati, migranti. Non ci si può dichiarare cristiani ed essere complici della distruzione e dell'usurpazione dell'ambiente. Non ci si può dichiarare cristiani aderendo solo a parole al nuovo corso di papa Francesco, perpetuando nei fatti l'antico vizio di strumentalizzare Dio senza voler cambiare nulla. "

Le parole delle donne

2-3-4 gennaio 2016
Presentazione di Silvano Nicoletto
Anna Maria Bigon (parte 1)-(parte 2)-(Premio Comuni Virtuosi)
Donata Gottardi (parte 1)-(parte 2)
Loredana Dal Corso (Prologo)-(parte 1)-(parte 2)-(parte 3)-(parte 4)
Egidia Beretta (Prologo)-(parte 1)-(parte 2)
Rita Giaretta (Lettera)-(parte 1)-(parte 2)
Susanna Caniato (prologo)-(parte 1)

Ri-cor-dare | Conoscenza, solidarietà, amicizia con la Palestina

''Muri da abbattere''
con Suor Alicia Vacas Moro (1) (2)

Venerdì 15 Febbraio ore 19.30
''Resistenza Non Violenta''
con Giovani Operazione Colomba

Mercoledì 16 Marzo ore 19.30
''Una voce ebraica''
con Marco Ramazzotti Stockel (1)

Giovedì 14 Aprile ore 19.30
''Il racconto di una donna palestinese''
con Wafa'Abdel Rahman (1) (2) (3) (4)

I video degli incontri sono a disposizione presso il Monastero del Bene Comune
(info: monasterodelbenecomune@gmail.com)



News

10 Giugno 2016

Punizione collettiva di Israele, road blocks paralizzano Yatta

http://amiciziaitalo-palestinese.org/index.php?option=com_content&view=article&id=5416:punizione-colletiva-di-israele-road-blocks-paralizzano-yatta&catid=25:dalla-palestina&Itemid=75


10 Giugno 2016

Il sindaco di Tel Aviv accusa l' occupazione israeliana per il mortale attacco al Centro commerciale

http://amiciziaitalo-palestinese.org/index.php?option=com_content&view=article&id=5417:il-sindaco-di-tel-aviv-accusa-l-occupazione-israeliana-per-il-mortale-attacco-al-centro-commerciale&catid=25&Itemid=75


10 Giugno 2016

Israele ha demolito 65 milioni di euro di progetti ue nei territori occupati

http://amiciziaitalo-palestinese.org/index.php?option=com_content&view=article&id=5418:israele-ha-demolito-65-milioni-di-euro-di-progetti-ue-nei-territori-occupati&catid=25&Itemid=75


DIALOGUES AFRICA@EUROPA.IT

"Quando (bianchi, neri,indiani e meticci) ci liberiamo dalle nostre paure, la nostra presenza libera automaticamente tutti gli altri." (Nelson Mandela)
Manifesto dei dialoghi
l'Africa e l'Europa per un destino comune
temi: la cooperazione internazionale, il fenomeno della corruzione, il fenomeno migratorio dentro la relazione Africa- Europa, i corridoi umanitari, il problema dell'infanzia, sfruttamento delle risorse, la desertificazione, e deforestazione, agricoltura per la comunità e per l'esportazione (caffè, cacao, cotone, ...), il furto della terra e dell'acqua, dall'istruzione all'educazione, la volorizzazione dei talenti, la questione giovanile, la politica estera degli stati, conflitti e armamenti, la tratta e le nuove schiavitù, le donne e la comunità, mondo rurale e mondo urbano, le migrazioni climatiche....

Seminario sul pensiero di R.Panikkar

Pace
seminario con Maciej Bielawski
Monastero di Sezano
2014 -18 ott,
29 nov,
20 dic,
2015 - 17 gen, 28 feb, 21 mar, 11 apr, 23 mag, 13 giu
info e iscrizioni: monasterodelbenecomune@gmail.com
t. 3472256997


Eco-logia Forum

"Malcesine" - affresco di Maciej Bielawski

La semplice eco-logia non basta. C’è bisogno anche di un dialogo con la terra. Ho chiamato ecosofia questo atteggiamento di dialogo. La terra non è un mero oggetto, è anche un soggetto, un Tu per noi, con cui dobbiamo imparare a entrare in dialogo. Così potremo scoprire che ecosofia ha un certo ruolo rivelatorio. Il nostro dialogo con la terra può rivelare come stanno le cose”. (R.Panikkar)

Alla ricerca di una cultura ecologica per il nostro territorio”

con Maciej Bielawski, Francesca Bragaja e Cristina Stevanoni

Giovedì 26 febbraio 2015 - ore 20.45 – 22.30

La città come luogo di vita"

con Giorgio Massignan

Mercoledì 18 marzo 2015 - ore 20.45 – 22.30

Biodiversità. La comunità del vivente

con Maria Giovanna Braioni

Giovedì 16 aprile 2015 - ore 20.45 – 22.30

L'agricoltura contadina per la sovranità alimentare

con Francesco Benciolini

Giovedì 14 maggio 2015 - ore 20.45 – 22.30

L'energia della Terra

con Laura Agostini

Giovedì 11 giugno 2015 - ore 20.45 – 22.30

luogo degli incontri: Monastero degli Stimmatini di Sezano - via Mezzomonte 28, verona

info e iscrizioni: monasterodelbenecomune@gmail.com - c. 3472256997

SEGUICI SU

Archivio articoli del blog

I LIBRI del MONASTERO DEL BENE COMUNE

* LIBRI APERTI
"come un libro aperto. la mia semplice testimonianza" di Aurora Morelli, stampato in proprio, luglio 2011, 288 pagine.


* I QUADERNI DEL VIVERE INSIEME
quaderno n. 3 "LE FABBRICHE DELLA POVERTA' " Liberare la società dall'impoverimento. Opera collettiva, stampato in proprio, settembre 2013, pag. 136

quaderno n°2. "IL CAPITALISMO BLU. La predazione della vita " di R. Petrella, stampato in proprio, aprile 2011, 143 pagine.
quaderno n°1. "RES PUBLICA E BENI COMUNI. Pensare le rivoluzioni del XXI secolo", di R. Petrella, stampato in proprio, ottobre 2010,151 pagine.

I libri sono disponibili nella sede dell'Associazione o richiedendoli via mail.


Archivio AUDIO - VIDEO

"Dalle acque amare alle 12 sorgenti e 70 palme". Lettura sapienziale del Libro dell'Esodo, con Mons. G.M. Bregantini
-------------------------------------------------
Nuove relazioni a partire dalla casa di Maria e Giuseppe, con Maria Soave Buscemi
-------------------------------------------------
dai Poveri Illegali alla Illegalità della Povertà, con p.S. Nicoletto, R.Petrella, F.Mestrum
-------------------------------------------------
Attraverso il Sahara. Il viaggio dei migranti verso l'Italia, con J-P. Piessou e giovani immigrati africani
-------------------------------------------------
Uscire dall'angoscia: ascolto e accoglienza, con E.Drewermann
-------------------------------------------------
L'umanesimo biblico, con Carmine Di Sante
-------------------------------------------------
Raimon Panikkar, profeta tra le fedi
con Achille Rossi
-------------------------------------------------
Conoscere le Mafie per costruire Legalità e Responsabilità
Le mafie: fenomeni criminali e non solo audio (Pierpaolo Romani) La mafia di casa nostra, la mafia in casa nostra audio (Monica Zornetta)
Nord-Sud, alleanza per la legalità audio (Vincenzo Linarello)
Cosa Nostra, la mafia siciliana audio (Pierpaolo Romani)
-------------------------------------------------
Lettura de "Res Publica e Beni Comuni"
-------------------------------------------------
La fede degli atei e l'ateismo dei credenti
conversazioni con José Maria Castillo | 3/5.1.'11
-------------------------------------------------
Abitare il Pianeta Errante
conversazioni con Antonietta Potente | 5.12.'10
-------------------------------------------------
Stranieri e Pellegrini, figli di Abramo
con p.Paolo Dall'Oglio e Hamza Piccardo | 9.1.'10

------------------------------------------------ Il sussulto del Diritto per i Diritto con Giancarlo Caselli | 9.1.'10 vedi video

© 2009-2011 Copyright Associazione Monastero del Bene. Per riprodurre i contenuti richiedere autorizzazione al webmaster

Powered by AMAZZER - Vai aINIZIO PAGINA